Pesce in crosta di pane

I metodi di cottura del pesce
Un metodo di cottura di facile preparazione, ma anche di grande effetto scenico. Assolutamente da provare!

Questa preparazione consiste nell’avvolgere il pesce in un impasto fatto di pasta di pane che avremo precedentemente preparato. Se poi il pesce prescelto sarà di grande pezzatura (da 1 kg e mezzo in su) la presentazione in tavola non passerà inosservata.

Per la pasta di pane

Sciogliamo 20 g di lievito di birra in acqua tiepida o in alternativa (metodo più semplice) usiamo il lievito in grani da aggiungere direttamente alla farina. Mettiamo 500 g di farina in un recipiente, aggiungiamo il lievito, un pizzico di sale e 5-6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva.

Amalgamiamo bene il tutto in maniera energica fino ad ottenere un’ impasto consistente. Nel caso l’impasto risultasse troppo asciutto possiamo aggiungere un goccio di acqua o latte. Copriamo con uno straccio e lasciamo lievitare circa 1 ora in un luogo caldo.

Procedimento

Puliamo il pesce completamente, saliamolo e insaporiamolo internamente.

Sopra un tagliere stendiamo una sfoglia sottile di pasta di pane aiutandoci con un matterello. Con un coltello tagliamone un rettangolo abbastanza grande per appoggiarci sopra il pesce che posizioneremo al centro bagnandolo con un intingolo fatto di olio extravergine d’oliva, aromi tritati e succo di limone.

Copriamo il pesce con un altro rettangolo di pasta; facciamo aderire bene i lembi seguendo con le dita la forma del pesce e ritagliamo con un coltello la pasta in eccesso.

Reimpastiamo e stendiamo nuovamente col matterello tutti i ritagli di pasta che ci sono avanzati.

Con un piccolo stampino a base tonda (della grandezza di 2-3 cm) creiamo tanti piccoli cerchietti che metteremo sopra la crosta di pane come se fossero le squame. Usiamo un cerchio più grosso per fare l’occhio e il “pesce di pane” è fatto.

Ora spennelliamo con un tuorlo d’uovo sbattuto e mettiamolo nel forno già caldo a 180° C (3 minuti per ogni etto di pesce) fino a che la crosta non sarà ben dorata.

Serviamo in tavola aprendo la crosta lateralmente con un coltello e sollevando la parte superiore.

ingredients

Variante: se si vuole servire una portata più comoda da affrontare con i commensali, possiamo sfilettare dal ventre il nostro pesce. Una volta sfilettato mettiamolo in una teglia unta d’olio extravergine, passiamolo sul fuoco a fiamma viva 3 minuti per lato e priviamolo della pelle. Adagiamo il pesce sulla pasta di pane e procediamo come elencato sopra. Così facendo, al momento di servire in tavola, si potrà tagliare direttamente il “pesce di pane” a fette. Prima di tagliarlo lasciamolo riposare fuori dal forno per 10 minuti.

Per vedere come sfilettare il pesce dal ventre clicca qui

Altri metodi di cottura

“Il metodo ideale per la preparazione di pesci a carne grassa che generalmente vengono..”

“Questo tipo di cottura può avvenire con due tipi di procedure differenti, a seconda della..”

“L’affumicatura non è poi così complessa e si possono ottenere ottimi risultati seguendo..”

“Un metodo che unisce in matrimonio la cottura al forno e quella al vapore, congiunti..”