Il metodo di preparazione più diffuso nelle nostre case per una cottura sana e naturale.

Prima di cucinare il pesce consigliamo di lasciarlo marinare per almeno un paio d’ore in olio extravergine d’oliva e aromi. La scelta delle spezie da utilizzare nella marinata va a gusto personale: possiamo utilizzare determinati aromi perché sono quelli di cui disponiamo in casa al momento oppure possiamo dirottare la nostra scelta su altri, per provare a cambiare sapore ad un certo piatto o per dare libero sfogo alla fantasia.

Aglio, rosmarino, salvia, timo, alloro, origano, erba cipollina o spezie più ricercate come cannella, dragoncello e cerfoglio, …le migliori ricette sono spesso nate per caso!

Trascorso il tempo della marinatura, adagiamo il pesce su una teglia bassa leggermente unta d’olio. Mettiamo la teglia nel forno che dovrà essere già caldo ad una temperatura che varia dai 180° C fino ad una temperatura massima di 200° C in base alla pezzatura dei pesci da cucinare. Durante la permanenza del pesce nel forno, bagnamolo più volte con un intingolo ottenuto dalla marinata usata precedentemente con l’aggiunta di vino bianco secco e succo di limone.

Il tempo di cottura da tenere in considerazione è di circa 30-40 minuti per chilo. La cottura al forno è indicata per pesci interi o a tranci.

Altri metodi di cottura

“Una cottura in padella a fuoco vivo che lascerà il nostro pesce tenero e croccante.”

“Un metodo di cottura semplice e salutare che lascia al pesce il suo sapore naturale.”

“Questa preparazione prevede una cottura del pesce lenta e con poco liquido, all’interno..”

“Vediamo insieme trucchi e consigli per ottenere il risultato ottimale da questo metodo..”